Il Concorso

Tiberio II cerca moglie

La storia ci racconta come Tiberio II, Imperatore di Bisanzio dal 578 al 582, fosse felicemente sposato con la Vedova Ino quando salì sul trono Imperiale, e di come dovette sventare le macchinazioni della gelosa Imperatrice Sofia, consorte del defunto Imperatore Giustino II, ai danni della coppia imperiale.

Dai meandri della storia nacque tuttavia una leggenda, secondo la quale Tiberio non era ancora sposato all’epoca della sua salita al trono con il rango di Cesare (nel 573) e di come l’Imperatrice Sofia, per sviare i sospetti che si creavano attorno ad una illecita relazione tra lei e Tiberio II, avesse in qualità di madre adottiva del Cesare bandito un vero e proprio concorso di bellezza per trovare una sposa di copertura al suo amante…

A Bisanzio avevano inventato i concorsi di bellezza, attraverso il quale si sceglieva la futura imperatrice. Sicuramente erano una forma simbolica di autorappresentazione del potere, con un forte contenuto ideologico di propaganda. Il concorso di bellezza era anche una sorta di metafora della mobilità sociale [ come testimonia il caso di Teodora, moglie di Giustiniano, che da ballerina ( e forse prostituta?...) diventò imperatrice]. Nei racconti di queste storie dai contorni romanzeschi c'è un piccolo particolare che merita di non essere tralasciato: alla pretendente oltre all'altezza veniva misurato anche il piede... Ardua impresa era dunque la selezione della futura moglie dell'imperatore, che avveniva in base a precisi requisiti: insomma i 90/60/90 dell'epoca... La serie dei «concorsi di bellezza» per la scelta delle sovrane fu una pratica in uso per secoli che consentì a molte splendide fanciulle povere di sperare in una favolosa promozione sociale.

 

REGOLAMENTO CONCORSO “UNA SPOSA PER L’IMPERATORE

Per scaricare il regolamento del concorso clicca sul link Download